Juventus – Milan: una finale da tutto esaurito

    La finale di Coppa Italia riporta il calcio italiano sulla scena mondiale. Sono 37 le emittenti che hanno acquistato i diritti per trasmettere il match in gran parte dell’Europa, negli Stati Uniti, in America Latina, negli Emirati, in Giappone e in Australia. La scintilla che ha senza dubbio acceso l’interesse risiede nei due grandi club che questa sera si contenderanno la Coppa, Juventus e Milan

    Per la Juventus si tratta della diciottesima finale di Coppa Italia, con l’occasione di alzare il quarto trofeo consecutivo, tutti con Allegri in panchina, e il tredicesimo nella sua storia. Il Milan, invece, è alla finale numero 14 e in lizza per conquistare la Coppa Italia numero 6. L’ultimo trofeo rossonero della competizione risale all’era Ancelotti, era il 2003.

    Una finale con precedenti

    Juventus-Milan, quella di stasera sarà la quinta finale in Coppa Italia tra i due club. Nelle 4 finali precedenti 3 sono i successi della Juventus, mentre i rossoneri hanno alzato il trofeo una sola volta. 

    Finale di Coppa Italia1990 - Milan Vs Juventus 0-1

    Considerando anche Supercoppa italiana e Champions League, tutte le cinque finali a gara unica tra Juventus e Milan sono andate oltre i tempi regolamentari; quattro su cinque si sono decise dopo i calci di rigore, l’altra si è decisa invece al supplementare con il gol di Morata del 21 maggio 2016.

    La finale per Gattuso: “per noi non è la Coppa Italia, è la Coppa del Mondo”

    Gattuso vuole portare a casa il suo primo trofeo da allenatore del Milan: “Per noi questa partita vale come la Coppa del Mondo – ha detto – Dovremo fare due tipi di gara: concedere per prima cosa poco e nulla alla Juve, perchè a livello di singoli ha una qualità incredibile; poi dobbiamo fare il nostro gioco, senza avere paura. Non dobbiamo avere il braccino e dobbiamo giocare con grande coraggio. La Juve è una grandissima squadra, ma anche loro hanno qualche difettuccio. Spero sia una partita bella e speriamo di non commettere gli errori che abbiamo fatto negli ultimi 15’ di Torino”. Così si è espresso Ringhio in conferenza stampa, accompagnato da Leo Bonucci, aggiungendo: “Ho sempre creduto che, per essere una grande squadra, ci vuole un grandissimo spogliatoio. È il gruppo che ti fa vincere le coppe e i campionati. Il singolo ti fa vincere uno o due partite”.

    La finale per Allegri: “Stagione già straordinaria, ora la Coppa Italia per la storia”

    Allegri è alla quarta finale di Coppa Italia consecutiva. Non solo, stasera la Juventus ha anche l’occasione di preparare il quarto double consecutivo, impresa mai riuscita nel calcio europeo. Così Allegri ha parlato ai microfoni della conferenza stampa: “Stasera parlare di scudetto credo non abbia senso, al limite ne riparleremo sabato, alla vigilia. Parliamo della Coppa, adesso: abbiamo una partita che per noi è importante, molto importante, perché vincerla chiuderebbe una grande stagione e perché i ragazzi entrino di nuovo nella storia della Juventus”. Per Buffon, invece, si tratta dell’esordio in finale di Coppa Italia con la maglia della Juventus. Super Gigi infatti non gioca una finale di Coppa Italia dal 1999, dai tempi in cui era tra i pali del Parma. A pochi giorni dall’incontro con il presidente Agnelli in cui discuterà del suo futuro, Gigi Buffon potrà quindi concludere la sua super carriera mettendo i guantoni sul trofeo e aggiungendo un altro importante tassello nella storia del club.

    Comunque andrà stasera, con 65.000 spettatori sugli spalti e una tribuna stampa che vanta il tutto esaurito, lo show è garantito.

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui