Da Chiellini e Lewandowski a Dzeko: ecco i calciatori laureati

    Sperperare i guadagni, oltrepassare i limiti e inseguire gli eccessi è diventato lo schema padre di tutti gli stereotipi sul calciatore. Questo perchè siamo abituati a vederli sulle pagine delle riviste, immortalati nella loro bella vita fatta di gossip, lusso e vanità. Ma esistono calciatori in grado di dribblare anche lo stereotipo più difficile, mettendo a segno altri importanti obiettivi che poco hanno a che fare col quadrato di gioco: sono i dottori del calcio. 

    Tra allenamenti, ritiri e trasferte, sono infatti sempre di più i calciatori che riescono a trovare il tempo da dedicare ai libri, alle lezioni e ai libretti universitari. È dunque forse arrivato il momento di svestirli di quell’etichetta di “ignoranti” perchè, stando ai numeri, il fenomeno dei calciatori laureati è nettamente in crescita. Ecco alcuni nomi di coloro che nello studio hanno trovato la chiave per il futuro.

    Robert Lewandowski

    lewandoski

    Robert Lewandowski, l’attaccante polacco del Bayern Monaco si è laureato presso l’Università di Varsavia in Formazione e gestione dello sport con una tesi autoreferenziale dal titolo “RL9 – La via per la gloria”, incentrata proprio sulla sua esperienza di atleta di successo. Curiosità: la commissione di laurea che lo ha proclamato dottore indossava la maglia della Polonia per festeggiare la qualificazione ai Mondiali di Russia 2018.

    Gerard Piqué 

    gerard-pique-Harvard

    La scorsa estate il difensore del Barcellona ha partecipato, prima da studente e poi da relatore, a un Master in Business, Media, Sports and Enterteinment ad Harvard. In una videoconferenza ha infatti spiegato agli alunni del corso il modello di business del Barcellona, illustrando come questo abbia raggiunto fama mondiale nonostante sia fortemente radicato nella cultura e nella storia della città catalana. 

    Giorgio Chiellini

    chiellini-laureato

    Giorgio Chiellini si è laureato in Business Administration con 110 e lode all’Università di Torino con una tesi dal titolo “Modello di business della Juventus Football Club in un benchmark internazionale”. Segno di un amore verso la squadra in cui milita ormai da 14 anni. Si prospetta un futuro ruolo da dirigente.

    Guglielmo Stendardo

    stendardo-laurea

    Guglielmo Stendardo è invece laureato in Giurisprudenza. Nel 2012 è stato docente di cattedra in “attività sportiva e rapporti di lavoro” alla Link Campus University of Malta. Storica la non convocazione per la partita contro l’Inter il 24 settembre 2014 perchè impegnato nell’esame orale per l’abilitazione alla professione di avvocato, traguardo raggiunto con successo. Hanno scelto la laurea in Giurisprudenza anche Angelo Ogbonna, Fabio Pecchia e  Massimo Oddo, quest’ultimo dottore in scienze giuridiche e manageriali dello sport.

    Edin Dzeko

    dzeko-laureato

    Per ultimo, notizia di appena una settimana fa, Edin Dzeko. L’attaccante della Roma si è laureato in gran segreto in Management dello Sport presso la facoltà di “Sport ed educazione fisica” dell’università di Sarajevo. Per Dzeko, dopo aver completato un percorso di studi durato tre anni, si prospetta un futuro da dirigente.

    Eppure solo due estati fa si parlava di Gianluigi Donnarumma, il giovanissimo portiere del Milan che a 19 anni ha deciso di non sostenere l’esame di maturità preferendo prima gli Europei under 21 e poi le vacanze al mare. Ma nomi come Socrates, Mertens, Iniesta, Xabi Alonso, Fabregas, Nagatomo, Annibale Frossi, Franco Baldini, Piero Volpi, Fulvio Bernardini, Nello Governato, Lamberto Boranga, Luigi Beghetto, Gianfranco Semioli,  Edwin Van der Sar e Glen Johnson ci ricordano che Gigio è solo un cattivo esempio. 

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui